La Fiera di Sant’Orso 2011

Tutto pronto per ad Aosta per la 1011esima fiera di Sant’Orso: come ogni anno torna il classico appuntamento del 30 e 31 gennaio.

Artigianato, degustazioni e commercio si fondono con la storia cittadina, che narra di Sant’Orso, della carità e dei classici sabot di legno (simbolo dell’artigianato valdostano, ma ancora usati in Valle d’Ayas), che venivano donati ai poveri per proteggersi dal rigido inverno.

Il momento clou sarà quello della notte tra il 30 e il 31, per la “veillà”, quando commercianti e visitatori faranno vivere la città nelle ore del buio.

Le possibilità di raggiungere la fiera a “impatto zero” ci sono. La stazione è in centro città; inoltre sono stati organizzati treni speciali da Torino: http://www.fieradisantorso.it/programma.htm

Per chi invece preferisce raggiungere Aosta con mezzi privati, sono disponibili parcheggi gratuiti, collegati al centro da un servizio navetta.

Se non potete godervi lo spettacolo dal vivo, un po’ dell’aria tipica la si potrà respirare via computer. Quest’anno sul sito ufficiale della fiera sarà possibile seguire lo streaming dell’evento, con dirette ed approfondimenti.

Per tutte le informazioni sugli stands, hotel e ristoranti per chi viene da fuori, vi rimandiamo al sito ufficiale:

http://www.fieradisantorso.it/

Legato alla fiera è il concorso fotografico “1011^ fiera di Sant’Orso: generazioni a confronto”. La partecipazione è gratuita e sarà possibile inviare le foto dall’1 al 15 febbraio. www.concorsosantorso2011.it

(Giulia Favero)

medAlp

L'Associazione medAlp si occupa di sviluppare progetti sul territorio dell’Euroregione Alpi-Mediterraneo (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Rhone-Alpes, Provence-Alpes-Cote d’Azur) per far conoscere questa realtà e le opportunità che essa offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *