Euroregione

“Cuore delle Alpi”: nuovo progetto di cooperazione transfrontaliera tra Italia e Francia

Firmato ad Oulx il protocollo per la candidatura del progetto transfrontaliero “ Cuore delle Alpi”. Il territorio metropolitano direttamente coinvolto è quello geograficamente compreso nelle Unioni Montani Comuni Olimpici Via Lattea, Alta Valle di Susa, Val di Susa, Val Sangone, Pinerolese, Valli Chisone e Germanasca.

Hanno siglato il documento il presidente della Conferenza Alte Valli Jean Claude Raffin, sindaco di Modane, la consigliera della Città metropolitana di Torino Anna Merlin, la vicesindaca di Pinerolo Francesca Costarelli , la presidente del Gal Escarton e Valli Valdesi Patrizia Giachero, il presidente della CNA artigiani Torino Nicola Scarlatelli e il presidente dell’UnionCoop Torino Giovanni Gallo.

Quattro i temi su cui il progetto si fonderà: innovazione imprenditoriale dedicata al turismo di montagna, resilienza intesa come prevenzione dei rischi naturali , mobilità sostenibile, inclusione sociale.

Entro la prima settimana di luglio si conoscerà l’esito del bando transfrontaliero, un piano integrato territoriale (PiTer) che la Conferenza Alte Valli nei suoi versanti italiano e francese candida nella programmazione Alcotra 2014/2020 per rendere il vasto territorio di montagna una destinazione intelligente, accessibile ed attrattiva anche per nuovi residenti, attività produttive e turisti.

Per farlo si punta a garantire un’elevata qualità della vita per chi vive le Alte Valli, riducendo il rischio che si trasformino in un luogo di passaggio.

Dice Maurizio Beria, sindaco di Sauze di Cesana e capofila valsusino: “Il Progetto denominato Alte Valli – Cuore delle Alpi, frutto di oltre un anno di lavoro da parte dei delegati di tutti i territori interessati, in linea con gli indirizzi dei programmi transfrontalieri ALCOTRA, punta a creare un territorio attrattivo, resiliente, dinamico e solidale attraverso azioni innovative mirate alla filiera turistica, alla sicurezza rispetto ai rischi idrogeologici, alla mobilità sostenibile ed ai servizi socio-sanitari“.

Nel dettaaglio, i partner coinvolti nella candidatura sono per parte italiana

  • la Città metropolitana di Torino (il territorio metropolitano direttamente coinvolto sarà quello geograficamente compreso nelle Unioni Montani Comuni Olimpici Via Lattea; Alta Valle di Susa; Val di Susa; Val Sangone; Pinerolese; Valli Chisone e Germanasca)
  • il Comune di Pinerolo
  • il Gal Escartons e valli Valdesi
  • CNA confederazione artigiani
  • Unioncoop Torino

per la parte francese

  • la Communauté de Communes Porte de Maurienne che avrà il ruolo di capofila del progetto
  • la Communauté de Communes du Briançonnais
  • la Communauté de Communes du Pays des Ecrins
  • la Communauté de Communes Maurienne Galibier
  • il Syndacat du Pays de Maurienne

 

Previous post

Susa e Briançon sperimentano la sanità transfrontaliera

Next post

Incontro Regione Piemonte, Region PACA RFI e SNCF per la ferrovia del Tenda

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *