DocumentiEuroregione

Documenti fondanti l’Euroregione Alpi-Mediterraneo

Per venire incontro a chi necessita per motivi di studio o professionali di informazioni più dettagliate sull’Euroregione vi forniamo oggi i tre documenti giuridici che  ne sono  alla base:

– Regolamento (CE) n. 1082/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio: questo è il documento, datato 5 luglio 2006, approvato dal Parlamento e dal Consiglio UE, che ha istituito i Gruppi Europei di Cooperazione territoriale. I GECT dovranno fare riferimento a questo atto per quanto riguarda il proprio status giuridico e le proprie caratteristiche strutturali. Questo testo deve essere ratificato dagli Stati membri per entrare in vigore.

Protocollo d’intesa per la cooperazione nello spazio Alpi-Mediterraneo del 18 Luglio 2007: è il documento, firamto a Bard (AO), che ha sancito la volontà delle regioni di dare vita all’Euroregione Alpi-Mediterraneo. Vi sono indicati i principi che stanno alla base della cooperazione transfrontaliera e gli obiettivi che questa si pone. Il documento, più che a carattere giuridico, appare come una dichiarazione di intenti.

Loi n° 2008-352 du 16 avril 2008: questa è la legge con la quale la Francia ha recepito e ratificato il Regolamento CE n. 1082/2006. Con questo testo il Parlamento francese ha modificato alcuni articoli del Code général des collectivités territoriales rendendo possibile, all’interno dell’ordinamento transalpino, la creazione di un GECT come soggetto di diritto  sotto la supervisione del Prefetto. Questo documento è molto importante perchè permette all’Euroregione Alpi-Mediterraneo di nascere giuridicamente. In Italia, al contrario, il Regolamento CE non è ancora stato ratificato. A causa di queste lentezze probabilmente il GECT “Alpi-Mediterraneo” nascerà in Francia e in Francia avrà sede legale. Sul sito del Senato francese potete trovare tutto il dossier realtivo alla legge 2008-352.

I prossimi documenti che vedranno la luce saranno il protocollo che darà la nascita al GECT “Alpi-Mediterraneo” e la ratifica italiana al Regolamento CE. Non appena saranno disponibili li aggiungeremo a questa sezione con un breve commento.

Per chi volesse informazioni più dettagliate non esiti a contattarci.

(Matteo Arrotta)

Previous post

DOSSIER – Mondiali di sci a Val d’Isère

Next post

Il parere del Comitato delle Regioni sul GECT

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *