Il Festival del Cinema di Lione

Nel  2009, per la prima edizione del Festival del Cinema di Lione, Claudia Cardinale era a fianco di Clint Eastwood, che riceveva il primissimo Premio Lumière, attribuito da questo festival innovativo, che vuole essere vicino sia al pubblico che al mondo del cinema.  Fra le star, Alain Delon, Jean-Louis Trintignant e Dario Argento saranno a Lione fra il 4 e il 10 ottobre.

Anthony Quinn et Alan Bates dans Zorba le Grec de Michael Cacoyannis (1964)  copyright  Prod DB @ 20th Century Fox - Cacoyannis - Rochley  DR

Le star affollano questo festival voluto dall’Institut Lumière e diretto da Thierry Frémaux, che è pure il delegato generale al festival di Cannes. Ovvero conosce tutto il piccolo e grande mondo dei film.

Primo assoluto a ricevere il  premio Lumière, Clint Eastwood si è « appropriato » del festival di Lione. Ne assicura la promozione tutto l’anno e ha approfittato della sua presenza a Lione l’anno scorso per effettuare dei sopralluoghi nel Rodano-Alpi per i suoi prossimi film. A succedergli per il 2010 è  Milos Forman.

Liberi dagli obblighi stressanti della promozione, gli artisti sono disponibili e accessibil per incontrare il pubblico nel corso delle circa 170 proiezioni dei 70 film presentati nelle sale del « Grand Lyon », ovvero città e dintorni.

Lenny   Prod DB © United Artists DR

E la programmazione è molto ricca. Quest’anno, con l’intera opera di Luchino Visconti e la strepitosa edizione restaurata del Gattopardo con Claudia Cardinale e Alain Delon. L’opera di Visconti era in cattivo stato di conservazione e le cinemateche, come quella di Bologna, e lo Studio Canal si sono adoperati per restaurare in modo magistrale “Senso”, “Ludwig” , “La caduta degli dei” e tutti i lungometraggi del regista.

Durante il festival e in margine alla programmazione Visconti, una retrospettiva Raymond Bernard, rari film americani, il cinema horror di Dario Argento, e gli  “ormai classici” come “Z” di Costa-Gavras, “Les Valseuses” di Bertrand Blier o ancora “Série Noire” di Alain Corneau che è scomparso di recente. Fra molti altri…

Un  festival ultraprolifico che propone anche un omaggio ad Anthony Quinn, con la presenza e la collaborazione attiva di Catherine, l’ultima moglie di “Zorba il Greco”.

Maggiori jnformazioni su: http://www.culture.lyon.fr/culture/sections/fr/festivals/cinema_video/lumiere_festival_film_lyon

(rhonealpestourisme.fr)

medAlp

L'Associazione medAlp si occupa di sviluppare progetti sul territorio dell’Euroregione Alpi-Mediterraneo (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Rhone-Alpes, Provence-Alpes-Cote d’Azur) per far conoscere questa realtà e le opportunità che essa offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *