Sport

Il Giro dell’Appennino 2012

Planimetria della corsa, cliccate sull’immagine per ingrandirla

Gli appassionati di ciclismo che risiedono nella nostra Euroregione in attesa di vedere sulle nostre strade i grandi giri classici possono trovare soddisfazione con una corsa ormai “classica”, il Giro dell’Appennino, che quest’anno andrà in scena il 15 aprile.

Saranno nel segno della continuità la partenza e l’arrivo. Il ritrovo di partenza è infatti nell’ormai tradizionale cornice del Serravalle Designer Outlet mentre il via ufficiale è a Novi Ligure con l’omaggio al Museo dei Campionissimi.
In una corsa che non dimentica mai il proprio passato i primi sessanta chilometri saranno proprio dedicati alle zone tanto care a Coppi e Girardengo.
Con il primo passaggio sul Passo della Castagnola si entrerà nella fase decisiva della corsa: sette i Gran Premi della Montagna previsti, tre i Traguardi Volanti.
Una corsa sfiancante di 194,5 chilometri con la solita “corsa nella corsa” nel tratto che da Campomorone porterà i corridori al Passo della Bocchetta. E vedremo se resisterà ancora il record della scalata che appartiene sempre a Gilberto Simoni che nel 2003 fermò il cronometro sul tempo di 21’54”.
Al passaggio sulla Bocchetta mancheranno a quel punto 54.8 chilometri all’arrivo. La corsa anche quest’anno vedrà infatti l’arrivo in via XX Settembre in pieno centro città dove lo scorso anno trionfò Damiano Cunego.
“Dopo i campionati italiani e l’edizione dello scorso anno – commenta il presidente del Pontedecimo Ciclismo, Ivano Carrozzino – abbiamo deciso di riproporre questo arrivo di grandissimo fascino che permette al Giro dell’Appennino di promuovere l’intera città a livello internazionale”.

In conferenza stampa è stata anche ufficializzata l’entrata della storica azienda “Bianchi” come Official Bike Sponsor del Giro dell’Appennino.
Il prestigio e l’importanza dell’azienda Bianchi è legata indissolubilmente ai nomi dei grandi campioni. Fausto Coppi ha costruito la propria carriera in sella ad una Bianchi, così come Felice Gimondi, Moreno Argentin, Gianni Bugno, Marco Pantani e tutti i campioni che hanno scritto pagine indimenticabili della leggenda Bianchi e della leggenda del Giro dell’Appennino.

Anche quest’anno il Giro dell’Appennino non si limita all’evento della corsa professionistica.
Il giorno precedente, sabato 14 aprile, la Bocchetta sarà ancora protagonista con un mini Giro dell’Appennino che vedrà risalire in sella grandi corridori di tutti i tempi.

(G.F.)

Previous post

"Notizie" sull'Euroregione

Next post

L'ambasciatore francese: lo sviluppo transfrontaliero traino per la Ue

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *