EuroregioneP.R.E.S.

L’Euroregione al palo (ma altri si muovono)

Oggi non vogliamo tediarvi con un lungo articolo incentrato sui problemi nei quali si dibatte l’Euroregione Alpi – mediterraneo, vogliamo però sottolineare come un assordante silenzio stia caratterizzando questa fase della sua  esistenza (se si può chiamare tale). Il sito internet ufficiale è fermo da più di sei mesi. Non vi sono notizie sulla fine del semestre di presidenza della PACA né accenni all’inizio si quello della Liguria.

A titolo di esempio vi riportiamo che il nostro portale genera un traffico più che doppio rispetto al portale ufficiale e che a fronte di un aumento crescente del traffico del nostro sito quello ufficiale conosce un trend uguale, ma in negativo (fonte alexa.com).

Nessun comunicato stampa sulla nuova presidenza ligure compare neanche su altri mezzi di informazione, mentre il classico resoconto di cosa è accaduto nel semestre appena trascorso non è stato prodotto.

Stiamo cercando di metterci in contatto con i funzionari liguri che si occupano dell’Euroregione per capire cosa accadrà in questo semestre, se accadrà davvero qualcosa. Nel frattempo ogni accenno all’Euroregione che si può trovare in rete fa solo riferimento all’Unione tra le Camere di Commercio non riportando più alcuna notizia dell’integrazione a livello amministrativo.

Prosegue invece l’integrazione tra le università del PRES Euromediterraneo, che venerdì scorso a Nizza hanno avuto un incontro del quale vi riferiremo presto e che mirano sempre di più a diventare un vero e proprio GECT.

Forse non tutto è immobile come sembra…

(Matteo Arrotta)

Previous post

Bus "transfrontaliero" tra Courmayeur e Chamonix

Next post

"M'Illumino di meno" 2011 a Rivoli (TO)

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *