P.R.E.S.Studio

Nascerà il GECT “P.R.E.S. Euro-mediterraneo”

Chiamata con giusta enfasi “Eurouniversità” è stata formalizzata, grazie alla firma avvenuta il 29 Giugno a Torino, la volontà di creare il primo GECT (Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale) formato esclusivamente da Università, il “P.R.E.S. Euro-mediterraneo”.

Il Polo di ricerca e d’insegnamento superiore (“Pole de Recherche et d’Enseignement Superieur“, P.R.E.S.) ” Euro-mediterraneo” era nato in seguito ad un accordo di partenariato  siglato il 28 marzo 2008 tra l’Università di Corsica Pasquale Paoli, l’ Università degli Studi di Genova, l’Université de Nice Sophia-Antipolis, l’Université Pierre et Marie Curie – Paris VI, l’Université du Sud – Toulon Var e l’Università degli Studi di Torino, per un totlae di oltre 180.000 studenti e quasi 12.500 tra professori e ricercatori.

L’obiettivo era, e continua ad essere, sviluppare la cooperazione di ricerca e didattica concentrandosi su tematiche prioritarie:

* Energie rinnovabili
* Culture, arte e territori
* Mare e zone costiere
* Ambiente, turismo e salute
* Acqua
* Agro-alimentare

Il passo che però è stato fatto formalizzando questo accordo che porterà alla nascita di un GECT entro il 2011 possiede delle importanti novità e opportunità. Infatti la costituzione di questo partenariato in GECT è un’occasione per i docenti e i ricercatori universitari per ottenere più facilmente finanziamenti nell’ambito dei programmi europei, in particolare transfrontalieri.

Per chi fosse interessato ai testi dell’accordo che hanno portato alla nascita del P.R.E.S. potete visualizzare i due testi ai seguenti indirizzi:

Versione francese

Versione italiana

Ma non è solo un passo che possiede delle valenze per il personale delle univeristà, infatti anche gli studenti potranno approfittare della creazione di progetti didattici comuni alle sei Università che porteranno alla creazione di ulteriori percorsi bi-nazionali con conseguimento di doppio titolo di laurea, riconosciuto al di qua e al di là delle Alpi, sulla stessa linea dei già esistenti accordi esistenti tra le università di Torino e Nizza che hanno portato alla creazione delle laurea binazionali tra le facoltà di giurisprudenza ed economia.

Fino a tutto il 2011 a guidare il GECT sarà l’università Sophia-Antipolis di Nizza, che avrà gli onori e gli oneri di gettare le basi per la vita e gli sviluppi futuri di questo nuovo soggetto.

Inutile dire che l’esempio del P.R.E.S. “Euromediterraneo” deve essere visto da faro per tutti gli altri soggetti che riuniti da accordi di partenariato vogliano sviluppare i loro accordi transnazionali in qualcosa di più concreto , duraturo e fattivo. Ogni riferimento all’Euroregione Alpi-Mediterraneo non è casuale. Speriamo infatti che questo esempio serva da sprone per la nascita definitiva del GECT “Euroregione Alpi-Mediterraneo”.

A partire da oggi medAlp dedicherà una specifica attenzione a questo nuovo soggetto, dedicandogli un’apposita sezione del nostro portale denominata appunto “P.R.E.S.”.

Per chi volesse approfondire il tema vi invitiamo a visitare i seguenti link:

Sito web PRES Euro-Mediterraneo dell’Università di Nice Sophia-Antipolis

Blog PRES Euro-Mediterraneo di Unito

(Matteo Arrotta)

Previous post

30 giugno 1960 – 30 giugno 2010

Next post

Insieme in Liguria

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *