CulturaTurismo

Siti Unesco:Sacri Monti (III – Ghiffa,Oropa)

untitled

Eccoci alla terza parte degli articoli dedicati ai Sacri Monti piemontesi. Oggi parleremo degli itinerari di fede presenti a Ghiffa e Oropa.

Sacro Monte della SS. Trinità di Ghiffa (1591)
Questo complesso devozionale, posto in una magnifica posizione dominante il Lago Maggiore a quota 360 metri slm in provincia di Verbania, è un progetto in stile barocco che in origine doveva raffigurare episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento, ma rimasto incompiuto.
Sulle pendici del Monte Cargiago si snodano numerosi sentierini fiancheggiati da muretti in pietra e un totale di cinque cappelle e alcuni edifici maggiori. Tre cappelle principali dedicate a soggetti biblici e due minori adiacenti al santuario della Santissima Trinità, costruito all’inizio del ‘600 sui resti di un preesistente oratorio tardo romanico.
La prima cappella dell’”Incoronazione della Vergine” viene costruita nel 1647, la seconda dedicata al “Battesimo di Gesù” (con la toccante scena di Giovanni Battista che battesima Gesù con l’acqua del Giordano) nel 1659, mentre la terza raffigura il patriarca Abramo. Quasi un secolo dopo dopo, nel 1752 viene aggiunto un porticato affrescato con le immagini della via Crucis.

Riserva naturale speciale del Sacro Monte della SS.Trinità di Ghiffa
Via SS.Trinità, 48
28823 Ghiffa (VB)
Tel:   +39 032359870  
Email: sacromonte_ghiffa@libero.it

Sacro Monte della Beata Vergine di Oropa (1617)
Uno dei più ricchi e importanti Sacri Monti di tutto l’arco alpino è quello della Madonna Nera di Oropa. La statua, come già scritto in precedenza è stata qui portata da S. Eusebio già intorno al ‘400 d.C., poi spostata nella Basilica Antica, costruita all’inizio del XVII secolo.
Il Sacro Monte di Oropa è un complesso monumentale che ha avuto uno sviluppo edilizio notevole: articolato su tre piazzali a terrazza comprende la già citata Basilica, poi una più recente Chiesa Nuova del 1960, alcuni chiostri e la scalinata solenne che conduce alla Porta Regia.
Il Sacro Monte vero e proprio, però, si trova al di fuori delle mura, edificato non grazie a munifiche famiglie nobili, bensì grazie alla volontà delle comunità parrocchiale e rionali di Biella insieme al duca di Savoia. Consta di 12 cappelle (il progetto iniziale ne comprendeva 20) disposte in due file parallele con un percorso a zigzag, con una narrazione della vita di Maria celebrata da illustri artisti quali Filippo Juvarra, Guarino Guarini, Pietro Beltramo ed altri.
Nel 1871, inoltre, viene costruito un imponente cimitero, ricco di mausolei tra i quali svetta quello a forma di piramide dello statista Quintino Sella.

Riserva naturale speciale del Sacro Monte di Oropa
Via Santuario di Oropa, 480
13900 Biella-Oropa (BI)
Tel: +39 01525551200
Email: info@sacromontedioropa.it

(Marco Parella)

Previous post

Intervista con EUREGIO (prima parte)

Next post

Euroregione Alpi-Mediterraneo al via nel Giugno 2009

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *