Trasportitutti

Vertice italo-francese: i collegamenti ferroviari euroregionali

Ieri si è svolto a Roma il vertice italo-francese  cui hanno partecipato, oltre che il premier Letta e il presidente Hollande, ben 11 ministri per ogni Paese. Numerose sono state le questioni sul tavolo ma, tra le tante, 2 sono quelle che interessano da vicino la nostra Euroregione: TAV e Cuneo-Nizza.

Per quanto concerne la linea ad alta velocità Torino- Lione i lavori partiranno tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015. Per quella data, infatti, Ltf (l’attuale società di progettazione) avrà espletato la gara per la quarta discenderia in territorio francese tra Saint Martin La Porte e La Praz: 9 chilometri che per ora sono considerate opere propedeutiche ma che diventeranno «una parte della galleria vera», come spiega Mario Virano, presidente dell’Osservatorio.

Ieri è stato concordato inoltre il piano economico che ha stabilito la ripartizione dei costi tra Italia e Francia e che era propedeutico alla concessione del finanziamento da parte della UE di circa il 40% dei costi della costruzione del tunnel di base.

Ma non si è parlato solo di TAV ma anche della linea Cuneo-Breil-Ventimiglia-Nizza. Secondo Letta essa è” un’infrastruttura che rende ancora più osmotici i nostri due Paesi”. “I due Governi – è uno dei passaggi della dichiarazione finale dell’incontro – si impegnano a proseguire i negoziati sull’attualizzazione della Convenzione franco-italiana del 1970 relativa alla linea ferroviaria e a stabilire un meccanismo istituzionale di condivisione delle responsabilità ben equilibrato, riguardante il futuro della linea, sia dal punto di vista operativo che del finanziamento”.

Ovviamente ora sarà necessario passare dalle parole ai fatti, ma le dichiarazioni di ieri ci fanno vedere un futuro meno grigio per quello che è uno dei collegamenti più importanti all’interno del nostro territorio euroregionale e che merita di essere adeguatamente valorizzato e sostenuto.

Previous post

Un tirocinio presso la Camerca di Commercio Italiana a Nizza

Next post

I mercatini di Natale in Rhone-Alpes

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *