I Mondiali di pattinaggio di figura (Torino, 22-28 marzo 2010)

A marzo 2010 torna l’atmosfera olimpica. Ghiaccio, grande sport, atleti e tifosi da tutto il mondo: dal 22 al 28 marzo 2010 Torino ospita la centesima edizione dei Mondiali di pattinaggio di figura al Palavela di via Ventimiglia.

Alla gara parteciperanno 250 atleti da 50 Paesi. Più di 50mila gli spettatori previsti sugli spalti del Palavela. 350 i giornalisti accreditati, più 5 network televisivi internazionali che in 650 ore di trasmissioni diffonderanno immagini di Torino e del Piemonte, oltre che delle gare, per un bacino previsto di 300 milioni di spettatori.

Le sessioni di gara sono nove, più il Gala finale: danza, programma obbligatorio e originale, programma corto maschile e femminile, coppie, programma corto e libero, libero maschile, femminile e danza.

I biglietti singoli per le gare si trovano già online sul sito www.ticketone.it, in tutti i punti vendita Ticketone, nelle sedi Fnac di tutta Italia e alla biglietteria del Palasport Olimpico di Torino. I prezzi partono dai 10 euro per le sessioni mattutine delle gare. I migliori posti delle gare serali vanno fino a 120 euro, e per il Gala finale si sta tra i 25 e i 105. Gli abbonamenti sono già andati a ruba tra gli appassionati: ”Dal 15 ottobre abbiamo venduto circa 1.000 abbonamenti di cui il 25% all’estero”, ha commentato Lavinia Borromeo, presidente del comitato organizzatore. ”Questi Mondiali sono storici, perchè sarà la centesima edizione organizzata dall’Isu, la Federazione internazionale di pattinaggio. Torino torna sotto i riflettori dello sport mondiale”.

Per seguire passo a passo l’organizzazione del Mondiali si può visitare la pagina web ufficiale, www.torino2010.org. Sul sito si possono anche prenotare soggiorni a Torino nei giorni dei mondiali e acquistare i biglietti per le gare.

(fonte: ANSA)

(S.M.)

medAlp

L'Associazione medAlp si occupa di sviluppare progetti sul territorio dell’Euroregione Alpi-Mediterraneo (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Rhone-Alpes, Provence-Alpes-Cote d’Azur) per far conoscere questa realtà e le opportunità che essa offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *