Il Salone della montagna: Alpi365

expo_2009_home

Da domani torna a Torino il salone della montagna, Alpi365. Fino al 25 ottobre presso il Lingotto ritorna infatti il salone biennale che mette al centro dell’attenzione la montagna sotto tutti i punti di vista: quello turistico, quello sociale, quello ambientale, con i suoi problemi e le sue risorse.

Le Alpi sono un elemento imprescindibile della nostra Euroregione, in qualche modo ne sono la spina dorsale, rappresentando un punto nevralgico per i trasporti e le comunicazioni tra le diverse regioni, ma anche i polmoni, poiché rappresentano l’area verde più grande del nostro territorio. Come tali sono un ambiente da proteggere e rispettare, perché estremamente fragile.
Diversi eventi animeranno questi giorni di esposizione e vi rimandiamo al sito ufficiale dell’evento, www.alpi365.it, per conoscere tutto ciò che vi aspetta al salone.

Noi di medAlp ci interessiamo in particolar modo a questa edizione perché sarà presente al salone anche l’Euroregione Alpi-Mediterraneo con un suo stand. Nello spazio riservato all’Euroregione ci sarà modo di presentare la nuova entità ai cittadini e, si spera, di informare anche sulla struttura e sul funzionamento di questa entità che noi seguiamo ormai da più di un anno. MedAlp sarà presente al salone e interrogherà i rappresentanti dell’Euroregione. Se avete domande particolari scrivetele qui in fondo e noi ci faremo porta parola dei nostri lettori.

L’EUROREGIONE ALPI-MEDITERRANEO


Visualizza Euro-regione Alpi-Mediterraneo in una mappa di dimensioni maggiori

(Matteo Arrotta)

medAlp

L'Associazione medAlp si occupa di sviluppare progetti sul territorio dell’Euroregione Alpi-Mediterraneo (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Rhone-Alpes, Provence-Alpes-Cote d’Azur) per far conoscere questa realtà e le opportunità che essa offre.

One thought on “Il Salone della montagna: Alpi365

  • 23 Ott 2009 in 14:28
    Permalink

    Si potrebbe chiedere quale sarà la politica rivolta ai giovani e all’occupazione dell’Euroregione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *