La Commissione avvia la discussione sulla governance delle strategie macroregionali

La Commissione europea ha pubblicato una relazione sulla governance delle strategie macroregionali dell’Unione europea. Il metodo della cooperazione promosso ha acquistato slancio e ottenuto supporto in tutta Europa dall’adozione nel 2009 della prima, in ordine di tempo, di tali strategie: la Strategia per la regione del Mar Baltico. Le sfide comuni sono affrontate da numerosi paesi, sia UE sia extra UE, con la collaborazione, ottimizzando le risorse per garantire una risposta efficace e strutturata.

Tuttavia la relazione odierna dimostra che, sebbene i risultati dei progetti e delle iniziative individuali attuati nelle regioni del Mar Baltico e del Danubio siano positivi, occorrono più leadership politica e più chiarezza dei processi decisionali al fine di valorizzare i progressi conseguiti sino a questo momento.

La relazione suggerisce cambiamenti volti a migliorare l’impatto, i risultati e la sostenibilità delle strategie esistenti e, soprattutto, future, come quelle della regione adriatico-ionica e della regione alpina che i paesi europei hanno sollecitato e che dovrebbero essere adottate formalmente dopo le attuali. A ciò sono principalmente interessate le amministrazioni nazionali e regionali, ma anche un più ampio ventaglio di portatori di interessi e la stessa Commissione europea.

Il mese prossimo il Commissario per la politica regionale Johannes Hahn parteciperà al Forum sulla strategia dell’Unione europea per la regione del Mar Baltico (4-5 giugno, Turku) e al Forum sulla strategia dell’Unione europea per la regione del Danubio (26-27 giugno, Vienna). Il 18 giugno, inoltre, la Commissione adotterà un piano di comunicazione e azione per la Strategia dell’Unione europea per la regione adriatico-ionica (EUSAIR).

Ulteriori informazioni

(www.europa.eu)

medAlp

L'Associazione medAlp si occupa di sviluppare progetti sul territorio dell’Euroregione Alpi-Mediterraneo (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Rhone-Alpes, Provence-Alpes-Cote d’Azur) per far conoscere questa realtà e le opportunità che essa offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *