Salvatore Borsellino ad Aosta

Se siete dalle parti di Aosta (o anche no, qualche chilometro vale la pena farselo), non fatevi scappare l’incontro di sabato 12 presso il teatro Saint-Martin di viale Europa.

Alle 20.45 infatti Salvatore Borsellino, il fratello del magistrato ucciso il 19 luglio 1992 incontrerà la popolazione in una serata di impegno e legalità dal titolo “Il fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo dell’indifferenza e della complicità”. Una frase importante se si pensa che queste parole sono state pronunciate proprio da Paolo Borsellino poco tempo dopo la morte di Giovanni Falcone, quando era già consapevole del suo triste destino.

La Valle d’Aosta potrebbe apparire una realtà quasi paradisiaca e lontana da certi problemi, ma il bisogno di corresponsabilità e di educazione si fa sentire anche qui. «La nostra terra non può peccare di presunzione di verginità – ci spiega Marika Demaria, referente di Libera VdA – come ci redarguì Nando Dalla Chiesa la sera in cui nacque Libera Valle d’Aosta. Sarebbe altezzoso credere che la nostra regione sia immune da fenomeni criminali, mafiosi». Il compito qui è stato forse ancora più difficile che altrove. «Come associazione ci siamo resi conto che le persone andavano educate e alfabetizzate verso queste tematiche. Le mafie non si manifestano solo quando ci sono gli omicidi per strada: ci sono i fenomeni dei colletti bianchi, delle connivenze con la politica, dell’usura, della corruzione, del racket, solo per citare pochissimi esempi» dice Marika.

L’iniziativa del 12 è particolarmente interessante per altri due motivi.

Innanzitutto si tratta di un appuntamento previsto all’interno del progetto “La legalità…uno strumento per la difesa della pace”, reso possibile grazie al contributo dell’art. 3 della legge regionale n. 11 del 29 marzo 2010, “Politiche e iniziative regionali per la promozione della legalità e della sicurezza”, oltre che al sostegno del Consorzio dei Comuni della Valle d’Aosta Bim (bacino imbrifero montano).

In secondo luogo poi il progetto non è il frutto della volontà di un’unica associazione: «Capofila è l’associazione Albero di Zaccheo, il patrocinio è quello del Comune di Aosta, mentre le partnership sono di Azione Cattolica, di Libera e degli oratori Saint Martin e Immacolata» chiarisce Demaria.

Gli appuntamenti sono diversi e comprendono percorsi di formazione, corsi di teatro rivolti agli adolescenti per arginare il fenomeno del bullismo, visite guidate sui terreni confiscati.

«La giornata del 12 sarà comunque particolare. Già dalle 14.30 è previsto un appuntamento per i più piccoli, grazie all’impegno degli oratori e dell’Azione Cattolica. I giochi e i laboratori culmineranno con una merenda preparata con i prodotti di Libera Terra; mentre alla sera, per permettere una partecipazione ampia, abbiamo organizzato un servizio di baby sitteraggio» conclude Marika.

Per scaricare il volantino dell’iniziativa: http://www.regione.vda.it/varie/frescoprofumoliberta.pdf

(Giulia Favero)

medAlp

L'Associazione medAlp si occupa di sviluppare progetti sul territorio dell’Euroregione Alpi-Mediterraneo (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Rhone-Alpes, Provence-Alpes-Cote d’Azur) per far conoscere questa realtà e le opportunità che essa offre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *